Great Event from Spain/Ita

TABLAO FLAMENCO

Flamenco

Una serata speciale , nel cuore dell Andalusia  con cantanti , ballerine , musici, tanto folklore, divertimento e affascinati coreografie

Un spettacolo Flamenco “ che è  musica, danza, poesia,  pittura ed una filosofia di vita fatta di passione  e tradizione


Chitarra: MARCO PINI

Cajon: Francesco Perrotta

Cante: CORRADO PONCHIROLI

Baile: Paola Savino, HELGA ZANON



LO SPETTACOLO

Spettacolo di danza, musica e canto flamenco intenso e coinvolgente, realizzato con musica dal vivo e coreografie danzate nei colorati costumi tradizionali spagnoli.


IL FLAMENCO

Il flamenco non è solo una danza ma un’antichissima cultura appartenente ad un popolo gitano migrato dall’India che, arrivato in Andalusia, crea una magica mescolanza con le culture mediterranee locali (i mori, gli ebrei ed i cristiani). Il flamenco è quindi un’arte allegra e solare, ma anche passionale, romantica e malinconica, come la storia dei gitani raccontata nel suo canto.

Nel flamenco i piedi rappresentano uno vero e proprio strumento di percussione, per questo si usano scarpe chiodate, mentre il corpo e le braccia si muovono in modo elegante e sinuoso ma a volte anche in modo energico e tagliente. Il ballo è accompagnato dalla chitarra, dal cante e dalle palmas (ritmo tenuto con il battito delle mani).

Nel 2010 il flamenco è stato dichiarato Patrimonio Culturale dell'Umanità dall'UNESCO.


IL DUENDE

L'etimologia, la storia e le leggende legate alla parola duende sono moltissime. Con un difficile sforzo di sintesi, si potrebbe definire il duende come l'intensità e la forza che il flamenco racchiude e sprigiona quando viene espresso nel canto, nella musica e nella danza. Non bisogna dimenticare che il flamenco non è mai stato folclore, cioè una forma musicale creata dal popolo, ma un’arte trasmessa oralmente dalle famiglie gitane, che, attraverso soprattutto il canto, sfogavano le loro emozioni. Ecco che allora assistere a un loro spettacolo non lasciava solo sorpresi o commossi, ma faceva anche venir voglia di piangere, provare la paura, il brivido, la gioia, la terribile vertigine che spinge verso un abisso di estasi di emozioni.